info@primoascolto.it

Alibi Fulmine – Alibi senza alibi [RECENSIONE]

È uscito il 2 luglio scorso, dopo un lungo periodo dall’ultima pubblicazione inedita, “Alibi senza alibi”, il nuovo progetto della band genovese degli anni ‘80 Alibi Fulmine pubblicato dalla label Nadir Music.
Il particolarissimo sound della band, che loro amano definire come “swing noir&spy”, consiste nell’utilizzo di diversi strumenti per plasmare ritmi che spaziano dal blues alla bossa, passando per l’immancabile swing: tutte sonorità che sottolineano l’anima degli Alibi, ma che in questo progetto vengono mixate con sound elettronici dati da strumenti acustici più moderni; il risultato è una musicalità accattivante, enigmatica e misteriosa, che ci riporta alle colonne sonore dei gialli RAI degli anni ’60 – ’70.
Ascoltando questo nuovo progetto si avverte come la sensazione di trovarsi in uno speakeasy, con luci soffuse e nuvole di fumo, mentre ascoltiamo la sinuosa voce di Sabrina Verdi accompagnata dagli altri abili componenti del gruppo, sorseggiando whiskey e lasciandoci trasportare all’interno delle storie fantastiche e degli alibi improbabili raccontati dalla band, che ci parla di illusioni, anime corrotte e demoni interiori. Nonostante le sonorità orecchiabili e coinvolgenti, i testi parlano di eccessi, di trasgressioni e di crimini, nonché di follie e vizi stravaganti, che sono tanto lontani da noi quanto parte della nostra quotidianità, fosse anche solamente nei nostri sogni e nei pensieri costanti di evasione dalla realtà; tracce come “Un’altra anima”, “Enigma”, “Note di juke-box”, “Le notti di bahia” e “Noir” ci raccontano mondi del passato che ci sono familiari anche se non li abbiamo vissuti, ma è questa la bellezza degli Alibi: riuscire a farci entrare in un universo sconosciuto solamente attraverso la musica e la loro bravura nel trovare le parole giuste, che ci fanno sentire come in un film noir, ignari del nostro destino.
Le dieci tracce che compongono “Alibi senza alibi”, formate da pezzi di film gialli, ci trasmettono echi di un’epoca lontana e sonorità passate e future, sancendo il grande ritorno degli Alibi Fulmine, una band matura e consapevole, tutta da apprezzare.

TRACCIA PREFERITA: Pericolo all’istante

TESTI
3.7/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
4/5

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *