info@primoascolto.it

Blank – Felici a metà [RECENSIONE]

Edito da Uma Records, “Felici a metà” è l’Ep composto da 7 brani dato alla luce da Blank, giovane artista a tratti malinconica, cresciuta in fretta ma che sa ciò che racconta: un interprete capace di catapultarci nel suo mondo interiore, fatto di lamenti, paure e rabbia, che si veste a tratti d’indie-pop ma con una forte impronta urban.
Musicalmente intenso, le melodie scaldano e trasportano una voce giovane ma già segnata dalle fragilità e dalle paure davanti all’amore e alle sfide della vita. Si alternano momenti di caduta quasi trascendentale a momenti di ritrovata speranza, in cui emerge un sentimento di difficoltà nel godersi pienamente il momento: “Qualcosa manca sempre ma restiamo qua”.
Blank racconta “Quello che ho” con voce pulita, rilassata, parlata, quasi languida; la sensazione che emerge è di un bisogno di evasione quasi viscerale, mescolato ad un senso di realtà ai limiti della solitudine. È come se mancasse il calore dell’amore che porta ad essere “Sconosciuti” gli uni per gli altri.
Musiche mai invadenti ma segnanti accompagnano “Anime incastrate” alla ricerca dell’”Isola che non c’è”: la sensazione è che sia la musica a scegliere e desiderare di uscire dalle labbra di Blank, ad esempio per accompagnare una nenia in “Come fai tu”.
Cantautrice della realtà più schietta, Blank sa parlare dei problemi che si incastrano tra i piedi, riuscendo a sottolineare il passaggio d’ intensità delle emozioni; giovane ma già matura e consapevole, dimostra una grande capacità di scrittura.
Un’artista che non si pente facilmente, ed è per questo che ha intrapreso un cammino che sicuramente porterà a nuove scoperte musicali.

TRACCIA PREFERITA: Felici a metà

TESTI
3.7/5
MUSICA
3.5/5
ORIGINALITA'
3.3/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *