info@primoascolto.it

Bresh – Il meglio di te [RECENSIONE]

Bresh, a poca distanza dalla pubblicazione del fortunato album “Oro Blu”, ritorna con “Il meglio di te”: brano prodotto da Zef e SHUNE che attraverso un pop soft ci racconta la storia di due ragazzi che hanno tutta la vita davanti e troppe scelte da fare.

“E se poi ti beccassi in giro con gli amici, rimarrei in silenzio perché voglio restare solo con te / Davanti agli altri non ti riesco a dire quello che voglio, soltanto il meglio di te tutto per me”: a volte avere davanti a sé una strada di infinite possibilità, può confonderci ancora di più e ci trattiene dal prendere una decisione precisa, perchè scegliere vorrebbe dire automaticamente escludere qualcosa. Bresh ci racconta di quei sentimenti che non riusciamo a manifestare davanti a tutti, che sono talmente privati e sensibili che vogliamo proteggerli ed esporli solamente alla persona diretta interessata, quella che ci suscita tutte queste emozioni che non riusciamo a controllare, e soprattutto a gestire, e, come tutto ciò che non conosciamo, ci spaventa.

Il segreto è realizzare che ci interessa ogni minimo particolare di quella persona che ci ha colpito così tanto che per una volta stiamo valutando se lasciare indietro l’orgoglio e buttarci nel vuoto, anche solo per ricevere in cambio dettagli inediti di chi ci sta accanto e ci fa sentire così giusti. È proprio quando realizziamo che ad ogni loro azione corrisponde una nostra reazione collegata e che non riusciamo più a scindere l’amicizia dall’amore che ci rendiamo conto di essere finiti: la scelta non è più nostra, abbiamo già deciso inconsciamente e il nostro cuore ci sta guidando nella direzione tracciata dai piccoli gesti che ci vengono dedicati, mentre ci aggrappiamo con tutte le nostre forze anche alla più piccola briciola e ci accorgiamo che non possiamo più tornare indietro.

Bresh ci rinfresca con la sua scrittura sincera e il suo sound ritmato, che ci risuona in testa per giorni e ci apre il cuore verso quelle avventure estive che non vediamo l’ora di vivere.

TESTI
4/5
MUSICA
3.7/5
ORIGINALITA'
3.7/5

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *