info@primoascolto.it

Cesare Cremonini – Colibrì [RECENSIONE]

Torna Cesare Cremonini, e lo fa con “Colibrì”, una ballad delicatissima che racchiude mille significati. Il nuovo inedito anticipa il settimo album del cantautore bolognese “La ragazza del futuro”, in arrivo il prossimo 25 febbraio del 2022: disco che, a detta dello stesso Cremonini, sarà il racconto di una rinascita. La poesia e la gentilezza che contraddistinguono lo stile del cantautore si riconfermano anche in Colibrì, che ci trasporta in un altro mondo, in cui “voliamo tra gli alberi, in mezzo a fiori bellissimi, per poter essere liberi”. Il futuro è sempre una grande incognita, spesso ci fa paura e lo vediamo come qualcosa di irraggiungibile, ma in questo periodo è spesso sinonimo di speranza, di essere finalmente padroni di noi stessi e delle nostre scelte, di ritornare a viaggiare, incontrarsi, stare insieme, senza una metaforica pioggia battente sopra le nostre teste. L’immaginazione di Cesare ci fa entrare in contatto con quella ragazza che seguiva, con curiosità, un colibrì…e anche se abbiamo paura di cadere e farci male, non rinunceremo mai a seguire la libertà e la spensieratezza, anche se questo vuol dire lasciare tutto ciò che conosciamo, per lanciarci nel vuoto. Ma tutti noi abbiamo al nostro fianco la ragazza di cui parla Cesare, quella persona che, quando la guardiamo, quando sorride e ci guarda a sua volta, siamo sicuri che farà parte del nostro futuro, ed è la cosa più spaventosa di tutte, perché in quel momento ci accorgiamo che siamo diventati vulnerabili e abbiamo abbassato tutte le nostre difese…per accogliere l’altra persona dentro la nostra giungla personale, tra passato, presente e futuro che si fondono insieme.
Cesare Cremonini non ci delude mai, il perché è semplice: la delicatezza della sua poesia pop riesce ad entrarci fino sotto la pelle, dentro l’anima, e percepiamo ogni sensazione che vuole trasmetterci. Il messaggio di speranza di Colibrì, arriva dritto in faccia, e ci fa sorridere mentre realizziamo che è ancora tutto possibile, e che un giorno, anche noi voleremo tra gli alberi…proprio come un colibrì.

 

TESTI
4.2/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
4/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.