info@primoascolto.it

Deepho – Chiaro [RECENSIONE]

E’ uscito lo scorso lunedì 11 giugno per Peermusic, prodotto quasi totalmente da Michael Mills, “Chiaro”, il nuovo disco del rapper parmense Deepho, all’anagrafe Matteo di Felice.
Un artista che può facilmente essere considerato tra le leve più interessanti della scuola emiliana dell’ ultimo periodo, per merito di uno dei dischi più eccentrici, nella piena accezione positiva del termine, di questo 2021.
Puoi trovarti immerso in lunghissimi secondi pieni di archi (“Outroz” ) o circondato da suoni tipo videogame (come in “A pensar male”), tanto divertissement mixato ad altrettanta introspezione, disagio ammesso con sincerità ( “con qualche problema nel comunicare e dopo il fastidio di, in più qualche chilo la voglia di evadere e fare una strage”, n.d.r. “21 – brutto o giusto”)e musica usata come unico metodo di redenzione e catarsi. È un disco che si può definire “inclusivo” per chiunque ci inciampi: l’ artista con escamotage e calembour taglienti e ben pensati arriva dritto e preciso al centro di problemi sociali e non, che alla fine riguardano tutti.
Le sonorità impiegate sono tutte molto particolari e ricercate, e ben si accompagnano al flow di Matteo: un pò jungle, con effetti distorti, sax, psichedelia, lamenti sincopati.
Questo è un disco che merita di sicuro più di un ascolto da parte degli amanti del genere, ma può essere apprezzato anche da chi ne è “vergine”: interessante e creativo, Deepho si rivela un’ artista da tenere sott’occhio anche per il prossimo futuro.

TRACCIA PREFERITA: Bruttodadi’

TESTI
3.5/5
MUSICA
3.5/5
ORIGINALITA'
4/5

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.