info@primoascolto.it

Ditonellapiaga – Camouflage [RECENSIONE]

Margherita Carducci alias Ditonellapiaga, in attesa della partecipazione al Festival di Sanremo assieme a Donatella Rettore, rilascia “Camouflage”, il suo primo long play per Dischi Belli/BMG Italy.

Il titolo rispecchia la personalità camaleontica, eclettica e poliedrica dell’artista, e racchiude tutta la versatilità musicale delle sue influenze, passando dal pop all’R&B e condendo il tutto con dosi di musica elettronica. Ogni brano racconta una sfaccettatura di Ditonellapiaga, che spesso ricorre ad espressioni in francese (“Morphina”, “Vogue”) ed in spagnolo (“Repito”) per esprimere ancora di più le emozioni che vuole trasmettere attraverso i brani a tratti eterei a tratti molto concreti, che sovente narrano di vita vissuta legata alla tematica dell’amore: nato, finito, spezzato e disilluso.

“Vorrei dirti quanto tempo ho perso a spegnere il sorriso nel pianto per te” canta Margherita in “Non ti perdo mai”, ballad pop scritta insieme a Fulminacci; nella già citata “Vogue”, invece, lo stile cambia totalmente. Si passa da situazioni estreme (“Prozac”) al brano introspettivo e malinconico “Come fai”, per poi ritornare di nuovo a parlare di un amore che non ha mai davvero visto la luce: “forse avrei solo bisogno di lasciarti andare” è la frase che colpisce maggiormente in “Spreco di potenziale”, musicalmente in contrasto con la successiva “Dalla terra all’universo”, in cui Ditonellapiaga si avvale di un sound anni ’60 per raccontare di una delusione troppo recente per buttarsi di nuovo in un’altra storia, anche se spesso è difficile resistere e tendiamo a dare ascolto ai sentimenti.

Mentre pensiamo che magari sarebbe utile provare a disconnettersi un po’ e ricollegarsi alla realtà (“Connessioni”) siamo di nuovo proiettati in una serata frenetica (“Tutto ok”), anche se vorremmo solamente essere “Altrove”, via dalla città, ed il finale del brano ci lascia un tale vuoto dentro che quasi ci manca il respiro.
Chiude il disco “Carrefour Express”, brano psichedelico nonché degna conclusione di questo disco totalmente imprevedibile.

Ditonellapiaga attraverso la sua brillante capacità di scrittura ed arguta versatilità musicale ci tiene sempre in tensione durante l’ascolto di “Camouflage”: inevitabile, ora, aspettarsi tanto da lei nei progetti futuri, Sanremo compreso.

TRACCIA PREFERITA: Spreco di potenziale

 

TESTI
4.2/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
4.2/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.