info@primoascolto.it

Domenico Masiello – Fly Away [RECENSIONE]

Spesso il modo migliore per ottenere dei risultati ottimali non è quello di cercare fattori esterni che possano stimolarci in un qualche modo, bensì rivolgere il proprio sguardo all’interno di noi stessi, ricercando quell’espressività interamente soggettiva che, per qualche misteriosa ragione, ci accomuna tutti.
Questo è ciò che Domenico Masiello, violinista e compositore lucano, ha plasmato col suo ultimo singolo intitolato “Fly Away”, uscito il 26 marzo su tutte le piattaforme digitali e supportato dal relativo videoclip su YouTube, disponibile dallo scorso 1 aprile e caratterizzato da un ambientazione molto evocativa in cui l’autore è intento a comporre il toccante dialogo sonoro con il proprio strumento, mentre la tranquillità, ma anche la vaghezza misterica del mare, gli fa da contorno.
“Fly Away” è un brano strumentale in stile moderno, una sorta di “crossover” tra istanze classiche e altre più moderne.
Come confida lo stesso artista: “Ho scritto “Fly Away” in un momento particolare della mia via e l’ho fatto per racchiudere in un’esperienza sonora le mie personali reazioni alla perdita di un caro amico”.
La rimembranza di questo evento viene riattualizzata attraverso una serie di accordi di pianoforte che vanno a foggiare il tessuto armonico, atto a far erigere il canto del violino protagonista.
Con questo nuovo tassello della sua discografia Domenico Masiello si conferma un poeta in grado di consegnare le proprie opere attraverso il violino, incantando l’ascoltatore tramite un aforsima melodico che rende leggero qualsiasi tipo di pensiero.
“Fly Away” è il primo di una serie di brani già in fase di programmazione che, come pianeti, andranno a costituire un sicuramente originale e nuovo sistema solare nel campo della musica modern classic/new age.

MUSICA
4.3/5
ORIGINALITA'
4/5

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *