info@primoascolto.it

Ermal Meta – Milano non esiste [RECENSIONE]

E’ fuori dal 26 novembre il nuovo singolo di Ermal Meta intitolato “Milano non esiste”, ad una manciata di mesi dalla release del suo ultimo album “Tribù urbana”.
Una ballad che racconta la città vista con gli occhi del cantautore, sulle note di un brano dall’arrangiamento semplice ed intenso che scorre appoggiato alle corde di una chitarra acustica.
Lo stesso artista racconta che questo singolo è nato in modo improvviso e urgente, che ha avuto una gestazione incredibilmente breve che l’ha portata da un foglio di carta alla pubblicazione.
Si dice che le canzoni nate di getto sull’onda di un’emozione che prende forma attraverso all’ispirazione siano quelle dall’impatto più forte, e sicuramente “Milano non esiste” è una conferma a questo teorema.
La malinconia fa da guida ma senza lasciarsi aggredire dalla tristezza, dove Ermal racconta come ci si possa sentire soli a causa della velocità delle nostre vite, del nostro relazionarci e della necessità di mettere in pausa questa giostra frenetica che è diventata il nostro quotidiano, per poterci concentrare su ciò che veramente conta, su quello che ci importa davvero.
Milano è lo sfondo perfetto per questa metafora, una città fin troppo veloce che scorre sfocata e rischia di trascinarsi dietro il tempo prezioso e fugace delle nostre piccole esistenze.
La capacità dell’autore di usare parole semplici per colpire a fondo si mostra evidente nel testo, tra immagini che disegnano il quotidiano di ognuno – “Milano non esiste, è solo un taxi che ti passa accanto e la rosa che non hai comprato da quell’indiano” – a svolte romantiche che puntano dritte al cuore -“Milano non esiste, stasera esisti solo tu. Mi basta solo questo a farmi respirare, per questa sera non c’è niente, stasera esisti solo tu”.
Una canzone tanto forte dal punto di vista delle sensazioni che riesce a trasmettere, quanto delicata musicalmente e vocalmente: un’ulteriore conferma della versatilità e delle capacità interpretative di uno dei cantanti più apprezzati del pop italiano.

TESTI
4/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
4.2/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.