info@primoascolto.it

Fedez – Meglio del cinema [RECENSIONE]

“Paranoia Airlines” segnò una battuta d’arresto nella carriera musicale di Fedez: il disco non venne accolto positivamente dalla critica e sebbene ottenne la certificazione di disco di platino in una sola settimana dalla sua uscita, l’interesse per il progetto svanì poco dopo. Da allora l’artista milanese si è concentrato sulle sue attività secondarie, conducendo il podcast Muschio Selvaggio assieme a Luis Sal, proseguendo la sua carriera nel mondo della televisione e promuovendo lodevoli attività per la lotta al COVID-19.
All’inizio di quest’anno partecipò in coppia con Francesca Michielin alla 71° edizione del Festival di Sanremo, presentando il brano “Chiamami per nome” e posizionandosi come secondo classificato. Tra i partecipanti alla kermesse spiccarono i nomi di Achille Lauro e Orietta Berti e proprio con loro due, a giugno, pubblica il brano “Mille”, che attualmente conta quasi trecentomila copie vendute. Sull’onda del ritrovato successo, viene rilasciata “Meglio del Cinema”, traccia dedicata alla moglie Chiara Ferragni nella quale l’ormai ex rapper racconta la quotidianità con lei, tra momenti felici, litigi e gli incessanti messaggi sui social degli hater che mettono a dura prova la pazienza di Fedez. L’artista è sempre stato molto bravo a creare brani ad hoc per la classifica, utilizzando strategie di marketing ben riuscite per compensare le rivedibili qualità liriche. Il singolo, difatti, non brilla per originalità o qualità, ma il potere social dei Ferragnez lo renderà comunque un successo.
“Meglio del Cinema” è l’ennesimo brano fotocopia dei precedenti. Da “Pop-Hoolista” a oggi è cambiato poco sotto il profilo musicale: le strofe sono spesso condite da luoghi comuni e frasi fatte, la produzione è strutturata alla stessa maniera delle precedenti, così come l’impostazione vocale, che non accenna a migliorare nonostante il continuo successo. Fedez dal suo ingresso in major ha dimostrato di avere un enorme talento nell’attirare l’attenzione su di lui, ma inversamente proporzionale alle sue reali capacità.

TESTI
2.7/5
MUSICA
3.2/5
ORIGINALITA'
2.7/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *