info@primoascolto.it

FLWR – STARE [RECENSIONE]

Il primo album di Alessandro Cuomo alias FLWR s’intitola “Stare”: undici brani editi dalla label TooMuchFresco, della durata complessiva di oltre mezz’ora.
Come già carpibile dai singoli che hanno preceduto l’uscita del progetto l’artista si affida ad un concept album per il suo debutto, affibiando come titolo un colore ad ogni brano: Alessandro utilizza così tutte le sfumature possibili del suo pop-rap, trovandosi sempre a suo agio e passando con disinvoltura da trapper a cantautore, con un occhio di riguardo verso le sonorità più urban e mainstream.
Le liriche di “Stare” sono piuttosto introspettive, ma non appesantiscono il progetto, anzi: l’autore fa spesso riferimenti a luoghi comuni e tematiche fin troppo accessibili, che comunque non sminuiscono troppo la valenza di questo esordio.
Nota di merito alle produzioni, tutte ad opera del buon Alessandro, ed all’egregio assortimento di ospiti presenti nel progetto:
“Stare” è in prodotto interessante e variegato, ed un ottimo punto di partenza per la carriera discografica dell’artista.

 

TRACCIA PREFERITA: ROSSO 

GIUDIZIO FINALE
6.8/10

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.