info@primoascolto.it

Fulminacci – Chitarre blu [RECENSIONE]

Fulminacci, Fulminacci…È difficile recensire gli artisti che più ci piacciono, e devo ammettere che Filippo ha fatto breccia nel mio cuore di ascoltatrice sin dai suoi esordi per la sua autenticità di scrittura coadiuvata da talento interpretativo ed originalità.

E’ fuori ora il suo nuovo singolo, “Chitarre Blu”: un pezzo che, citando le parole dell’artista, “è il racconto di una situazione vissuta per la prima volta. Ci sono due persone scariche che cercano ovunque le batterie giuste per ricominciare a funzionare”. Ascoltando il brano questo messaggio non è scontato: ci sono diversi livelli di lettura e le liriche sembrano infilarsi nelle tasche di tutti, toccando più scenari e situazioni interne ed esterne in cui Fulminacci spera di ritrovare quella carica persa.

Musicalmente il cantautore romano è sempre molto centrato sul suo genere, ma in questa occasione l’autore decide di uscire dalla confort zone ed unire le forze con i BBProd, il duo che ha dato vita al neo fenomeno discografico Ditonellapiaga. Il risultato è fresco, stimolante e riconoscibile, ma di questo non avevo dubbi fin da prima di premere play nel mio Spotify.

L’ingresso nelle prime strofe è morbido e ben strutturato alle tastiere (segno distintivo della mano di Benjamin Ventura dei BBProd), ed è anche ben architettata l’apertura nel pre ritornello che crea un’atmosfera spaziosa e leggera con un effetto sorpresa a fine metrica: uno stop che lancia il beat ed il ritornello.

E così, nel giro di due secondi, siamo scivolati fuori dal mondo delle fiabe ed entrati in un club dove si ascolta solo musica hip hop/ neo soul.
Interessante elemento degno di menzione sono i cori di sottofondo che entrano nel ritornello, in cui la voce diventa parte del tessuto ritmico del brano.

“Chitarre Blu” è un pezzo da non perdersi assolutamente, che apre le porte ad un nuovo album in uscita ed il relativo tour quasi completamente sold out.

TESTI
4/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
3.7/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.