info@primoascolto.it

Gazzelle – Ok [RECENSIONE]

Sul podio dei progetti più attesi del mese di febbraio si colloca Gazzelle, cantautore romano tra i capostipiti del indie pop made in italy: lo scorso venerdì è infatti uscito “OK”, il suo terzo album.
Un progetto anticipato dall’uscita di quattro singoli, alcuni che convincono pienamente (“Destri”) ed altri un pò meno (“Belva”): l’hype che accompagna l’uscita di “OK” è comunque altissimo, anche per via dell’ inedito featuring annunciato con il producer del momento, Tha Supreme.
Il copione dell’album non si discosta dal filone malinconico e romantico che ha fatto conoscere Gazzelle al grande pubblico: oltre alla già citata “Destri” ci troviamo di fronte a brani come “Blu” o “Scusa”, capaci di smuovere il lato più nostalgico dell’ascoltatore; nella titletrack o nella rockeggiante “GBTR” ci sarà invece spazio per riflessioni esistenziali più profonde, comunque collegate alla passionalità che l’autore esterna in tutti i suoi progetti.
Gazzelle tratta con la consueta mestizia le conseguenze che possono derivare dalle divergenze caratteriali, tra fragilità ed irascibilità, ma è anche abile nel far risultare l’amore come quel sentimento cardine capace di cambiare qualsiasi percezione, e la collaborazione con il fratello di Mara Sattei in “Coltellata” ne è la dimostrazione.
A volte i luoghi comuni si sprecano, è vero, ma non scalfiscono il valore concettuale del progetto: piaccia o no è questa la variante più credibile del nuovo cantautorato nostrano, in cui Gazzelle si fa portavoce di un movimento emo-passionale divenuto in pochi anni un punto di riferimento mainstream.

TRACCIA PREFERITA: PERÒ

TESTI
3.5/5
MUSICA
3.7/5
ORIGINALITA'
3.5/5

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *