info@primoascolto.it

GEMITAIZ – QVC 9 [RECENSIONE]


La saga “QVC” del rapper romano Gemitaiz continua con il nono capitolo del progetto, che ha visto la luce lo scorso venerdì pubblicato da Tanta Roba Label e Universal Music.
Diciotto brani strutturati come una vera e propria raccolta d’inediti, visto che i problemi di copyright impediscono l’utilizzo di basi note: il rapper romano dà così sfogo alla propria creatività, arrivando addirittura a produrre sei pezzi.
Colpiscono (e piacciono) intro e outro, dove le punchline di Gemitaiz vengono espresse in maniera pacata con l’ausilio del pianoforte; per il resto l’album scorre lepido, tra la consueta autocelebrazione (anche se più smorzata rispetto a “Scatola Nera”), qualche riflessione sentimentale, voglia di rivalsa e la necessità di spensieratezza, in pieno stile Gemitaiz, insomma.
Tante le collaborazioni presenti all’interno di questo “QVC”, la maggior parte di pregevole fattura: spiccano in particolar modo l’inedita coppia Emis Killa e Geolier in “Alright”, ma anche Speranza ed Ensi in “Money Money”; degni di nota anche Fabri Fibra, Carl Brave e soprattutto Nitro, mentre convince meno del solito Achille Lauro in “Trap Emo Rmx”.
Non è tutto impeccabile, sia chiaro: i tentativi di Gemitaiz di approcciarsi a stili diversi dal suo non convincono, ma fortunatamente sono rari (ci viene in mente la trappata “Russian Roulette”, ad esempio); in compenso il suo growl vocale gli permette spesso di risollevare le sorti del lavoro, anche quando le tematiche rischiano di risultare troppo leggere.
Dopo l’ennesima parentesi con il socio Madman, dunque, “QVC 9” segna il ritorno ad una maggiore introspezione emotiva e sentimentale, già tangibile in “Davide”: è bravo Gemitaiz ad assemblare un ottimo prodotto, che lo mantiene a piè pari nell’elite del rap di casa nostra.

TRACCIA PREFERITA: MAMA (FEAT. NITRO)

TESTI
3.5/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
3.7/5

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *