info@primoascolto.it

GHALI – DNA [RECENSIONE]

A distanza di poco meno di tre anni dall’album d’esordio, certificato clamorosamente triplo disco di platino, è uscito lo scorso venerdì il nuovo album da solista del rapper di origini tunisine Ghali, ex membro fondatore del collettivo rap Troupe d’Elite.
“DNA”, questo il titolo del progetto, è stato anticipato durante l’estate da diversi singoli pubblicati dall’artista ma non inseriti all’interno del progetto, a differenza dei più recenti “Flashback” e “Boogieman”; il rapper è stato inoltre tra gli ospiti dell’ultima edizione del Festival di Sanremo, dove è stato protagonista di un esibizione esilarante. 

L’album si apre con “Giù x Terra”, brano che fa da prologo al progetto tramite l’ausilio di sonorità insolitamente cupe e misteriose; segue il prima citato “Boogieman”, in collaborazione con Salmo: il brano è attualmente tra i più trasmessi dalle radio ed in cima alle classifiche di Spotify, grazie al suo ritmo ballabile, che si poggia su un ritmo deep house nel ritornello.

La titletrack “DNA” è invece un brano scandito da un incalzante scansione pop, con un testo che racconta la sua rivincita personale nei confronti di chi non credeva in lui; segue “Good Times”, uno dei brani presentati durante il Festival di Sanremo: anch’esso è coaudivato da un attitudine dance, dalla positività contagiosa.

“Jennifer”, in collaborazione con Soolking, è uno dei brani presenti all’interno dell’album che presenta marcate sonorità reggaeton: mentre in questo caso viene miscelato con affascinanti ritmi nordafricani, in pezzi come “Combo” (feat. Mr Eazy) e “Cuore a destra” l’artista decide di affidarsi ad una proclività decisamente latina; in “22:22” e “Barcellona” Ghali ci mostra invece il suo lato più romantico e passionale, riponendo le proprie sensazioni su musiche moderatamente pop rap.

“Fast Food” ci enuncia le riflessioni sociali dell’artista, che va a riallacciarsi allo stile e alle tematiche affrontate nell’album d’esordio; “Marymango” con Tha Supreme e “Scooby” (prodotto da Sick Luke) sono invece i pezzi più trap di “DNA”, ed allo stesso tempo maggiormente spensierati.

L’artista confida per l’ennesima volta nelle sfumature dance (a tratti trance) per il brano “Exstasy”: qui vengono paragonati gli effetti della sostanza protagonista del titolo con quelli di un intenso rapporto sentimentale e fisico; chiude il progetto “Fallito”, altro pezzo pop ma velatamente reggaeton: il testo di Ghali funge in maniera impeccabile da outro del progetto, raccontandoci l’inevitabile svolta positiva assunta dalla sua esistenza dopo l’ottenimento del successo.

In definitiva “DNA” è un album piuttosto positivo, che conferma le poliedriche abilità mostrate in precedenza dal giovane rapper nato a Milano: la leggerezza di molti dei suoi brani lo rendono un progetto più spensierato, e decisamente più accondiscendente alla radiofonia rispetto a quanto non lo fosse il pluripremiato progetto d’esordio; i testi, nonostante la loro accessibilità, sono spesso densi di significato, anche se non proprio il punto cardine del successo di Ghali.

 

TRACCIA PREFERITA: GOOD TIMES

GIUDIZIO FINALE
7/10
Utilizzando questo link potrete ottenere “DNA”, il nuovo album di GHALI, il prima possibile e comodamente a casa: PRIMO ASCOLTO è diventata partner ufficiale AMAZON, ed oltre a garantire la spedizione tramite i loro corrieri ti offre il servizio di assistenza pre e post vendita.
Se sei cliente AMAZON PRIME

Acquistando dal nostro sito tramite il link qui sotto che porta ad Amazon, riceverete a casa vostra nei tempi previsti dalla spedizione il prodotto selezionato; inoltre, potrete usufruire dell’assistenza gratuita fornita da Primo Ascolto, che vi indicherà come procedere per preordinare ed effettuare l’acquisto in caso di necessità. 
Non se cliente Amazon Prime? Contattaci col form qui sotto, te lo spediamo noi!! 

 THINIGIO
CONTATTACI
Please follow and like us:

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *