info@primoascolto.it

Ghali – Walo [RECENSIONE]

“Me derna walo”, in italiano “non abbiamo fatto niente”. È con questa frase, ripetuta nel ritornello del suo nuovo singolo “WALO” con un ritmo in crescendo, sempre più martellante ed incessante, che Ghali lancia la propria dichiarazione d’innocenza. 

Il brano, uscito lo scorso 8 aprile, riprende infatti le sonorità tipiche arabe e nord-africane; una scelta totalmente inedita nel mercato discografico attuale, evidenziata ancor di più dalle parole del rapper stesso, che ha definito questa sua ultima uscita come “un punto di svolta nella scena musicale italiana” e, aggiungiamo noi, anche nella sua carriera musicale.

Sin dall’uscita dei suoi primi singoli solisti nel 2016 e del suo primo “Album” l’anno successivo, Ghali è stato indubbiamente uno degli artisti più affermati della scena urban: un inizio di carriera impressionante che l’ha visto costantemente sotto le luci dei riflettori.

Negli ultimi anni però, è apparsa sempre più evidente la necessità di una vera e propria svolta nel percorso artistico di Ghali: una maturazione dal punto di vista sia contenutistico che di stile, per cercare di distaccarsi dal sound un po’ più pop e “commerciale” che aveva intrapreso ultimamente.

“WALO” è, quindi, la scelta giusta al momento giusto: una canzone che funziona alla perfezione, catturando l’attenzione dell’ascoltatore riguardo temi ben presenti nell’esperienza di vita dell’artista, con riferimenti più che credibili al suo background culturale, alimentando ulteriormente l’hype per l’imminente terzo e attesissimo progetto dell’artista, previsto per il prossimo 20 maggio.

Particolarmente notevole e originale anche il modo in cui Ghali e il suo team hanno pubblicizzato il singolo e annunciato la data d’uscita del nuovo disco, organizzando un flash mob nei pressi della stazione centrale di Milano, in cui dei professionisti hanno reinterpretato la danza cerimoniale dei sufi a cui si rifanno le melodie della canzone stessa.

TESTI
3/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
4.5/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.