info@primoascolto.it

Gianni Bismark – Bravi ragazzi [RECENSIONE]

Gianni Bismark è un artista particolare, che mette d’accordo il lato duro e puro del rap con quello mainstream. Le sue collaborazioni, infatti, spaziano da Gionni Gioielli a Tedua, e ad ogni occasione il personaggio rimane lo stesso: non cerca di accontentare uno specifico pubblico, ma di farsi apprezzare da tutti per quello che è.

Negli anni sono state attribuite diverse definizioni al rap dell’artista romano, ma nessuna di queste lo descriveva completamente. Solitamente i rapper della sua generazione – Gianni è un artista classe 1991 – hanno un approccio alle rime piuttosto ricercato, lui invece preferisce puntare più sull’impatto delle parole, semplici ed efficaci.

Per questo nuovo disco intitolato “Bravi Ragazzi”, l’artista si è circondato di tanti nomi diversi tra loro – da Lil Kvneki degli Psicologi a Jake La Furia – spaziando tra brani duri e brani introspettivi ed utilizzando la chitarra come strumento predominante nelle produzioni. In “Passerà” l’autore pensa ai sacrifici fatti per dare una spinta alla sua carriera, mettendo in secondo piano l’amore ma cercando di mantenere intatti i legami con gli amici, spesso menzionati nel corso delle tracce.

Nella title track, ad esempio, le amicizie del rapper assumono un’importanza primaria e vengono raccontate le storie di ragazzi affamati, in cerca di una possibilità per potersi realizzare. “C’avevo un amico”, invece, si oppone: il ricordo di una persona con cui ha condiviso tanto in passato e con cui ora non si parla quasi più lo tormenta, e cerca di sfogare la malinconia con la musica.

“Bravi ragazzi” è un disco maturo, che in un certo senso sembra aver liberato Gianni dalla pesantezza della pandemia che l’ha (e ci ha) costretto a restare in casa, senza la possibilità di vivere anche le più semplici esperienze quotidiane. L’attaccamento a Roma e alla sua gente rimane il punto fermo dello stile del rapper, pronto a mettersi in gioco per rappresentarli al meglio.

TESTI
4/5
MUSICA
3.7/5
ORIGINALITA'
4/5

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.