info@primoascolto.it

GIGI D’ALESSIO – NOI DUE [RECENSIONE]

Il più celebre cantautore napoletano di tutti i tempi, Gigi d’Alessio, ha pubblicato lo scorso venerdì il diciottesimo album in studio, nuovamente con Sony Music. Suvvia, non storcete il naso: Wikipedia, ci ha ricordato che, dati alla mano, il 52enne artista campano ha collezionato nel corso della sua carriera tre dischi di diamante e centinaia di dischi di platino. Mica noccioline, insomma.

“Noi due”, questo il titolo del progetto, arriva a due anni e mezzo di distanza dall’ultimo progetto inedito: “24 febbraio 1967”, questo il nome, non riuscì però ad andare oltre il disco d’oro.
Le regole del mercato discografico, infatti, negli ultimi anni hanno subìto una decisa virata verso sonorità più moderne, complice l’esplosione delle riproduzioni streaming dagli svariati portali musicali che sono a portata di smartphone tra i più giovani: sarà forse per questo che il furbo e lungimirante D’Alessio ha deciso, per questo album, di chiamare a collaborare alcuni dei protagonisti delle nuove charts musicali, creando un grande hype attorno al progetto.

La prima traccia del lavoro è “Domani vedrai”, dove emergono immediatamente sonorità più fresche, dall’attitudine raggaeton: il brano racconta con disinvoltura le svariate sfaccettature dell’amore, che rimane l’elemento portante della maggior parte di questo album; “L’ammore”, brano in collaborazione con Fiorella Mannoia, ripercorre le stesse tematiche ma con maggiore intensità, grazie all’ausilio del dialetto napoletano come  nel brano “Mentre a vita se ne va”.

Con “Non solo parole” feat. Giusy Ferreri si torna su canoni più classici e profondi, che in questo caso raccontano l’intensità di un rapporto; un legame che viene addirittura esaltato nella successiva “Una bellissima storia d’amore”, dedicata ovviamente alla compagna.

Con l’affettivamente morbosa “Puorteme cu tte” riprende la sperimentazione musicale del cantautore: è evidente infatti la propensione ad un maggior utilizzo di sonorità elettroniche, che sfociano addirittura nell’utilizzo dell’autotune in diverse parti del cantato; le sonorità latine del brano “Milano da bere” con Emis Killa permettono a Gigi D’Alessio di saggiare nuovamente le nuove tendenze, che vengono riprese anche nel testo: ne esce una fotografia abbastanza efficace ma leggermente forzata della movida meneghina, che ben si addice con l’ospite della track ma un pò meno con l’autore dell’album.

Nella ballad “Cosa vorresti davvero” l’artista campano sminuisce il valore dei beni materiali al cospetto del valore dei sentimenti, mentre nella traccia numero nove, “Come me”, ci viene proposta la collaborazione con il rapper concittadino Luchè: in questo caso è l’autore di “Torna da me” ad adattarsi alle metriche di D’Alessio, dando vita ad uno struggente racconto dell’epilogo di una storia d’amore. 

Una sorta di tango – bossa nova ci accompagna invece in “Amanti noi”, che racconta il paradosso dell’amarsi segretamente; i ritmi rimangono piuttosto evoluti anche nella traccia che ci ha accompagnato per tutta l’estate: in “Quanto amore si dà” con Guè Pequeno si prova a dare un’impronta passionale e moderna, dando credito allo stile scanzonato e da latin lover dell’ex membro dei Club Dogo ed utilizzando parole chiave che possano rimanere impresse nell’ascoltatore medio.
Chiude l’album una sorta di remake con l’utilizzo di piano, voce e orchestra di “Non dirgli mai”: anche a vent’anni (anzi, poco meno) di distanza dall’uscita emerge la capacità del brano di emozionare. 

Abbiamo apprezzato il tentativo di Gigi d’Alessio di avvicinarsi alle esigenze degli ascoltatori: con “Noi due” il cantautore napoletano dimostra di sapersi mettere in gioco, rischiando le quanto mai severe critiche dei puristi che potrebbero non accettare un evoluzione musicale del genere. Non sarà il suo migliore album, ma nemmeno il peggiore: uscire dalla zona di confort è qualcosa da prendere sempre con positività, anche quando lo richiede la necessità di doversi evolvere. 

 

TRACCIA PREFERITA: DOMANI VEDRAI

GIUDIZIO FINALE
7/10
CD VINILE
Utilizzando questo link potrete ottenere “NOI DUE”, il nuovo album di GIGI D’ALESSIO, il prima possibile e comodamente a casa: PRIMO ASCOLTO è diventata partner ufficiale AMAZON, ed oltre a garantire la spedizione tramite i loro corrieri ti offre il servizio di assistenza pre e post vendita.
Se sei cliente AMAZON PRIME

Acquistando dal nostro sito tramite il link qui sotto che porta ad Amazon, riceverete a casa vostra nei tempi previsti dalla spedizione il prodotto selezionato; inoltre, potrete usufruire dell’assistenza gratuita fornita da Primo Ascolto, che vi indicherà come procedere per preordinare ed effettuare l’acquisto in caso di necessità. 
Non se cliente Amazon Prime? Contattaci col form qui sotto, te lo spediamo noi!! 

 
CONTATTACI
Please follow and like us:
error

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *