info@primoascolto.it

Gray: Malinconia Estiva Recensione | Primo Ascolto

Malinconia estiva” è il primo EP di Gray, al secolo Filippo Anselmi. Il giovane artista classe ‘99 offre al suo pubblico un nuovo progetto musicale che serve a delineare un passaggio fondamentale della sua carriera discografica: dopo il suo esordio nel 2021 e la fondazione del “Gorilla Studio” insieme al producer Nari, coautore del progetto, è oggi tornato con un lavoro interessante e decisamente personale.

Malinconia estiva” è un extended play composto da cinque brani che hanno il compito di racchiudere in pieno lo stile dell’artista. Come recita il titolo stesso ci troviamo di fronte ad un progetto ricco di malinconia e dal tono dolce amaro, dove il giovane Gray ha modo di esprimere i suoi pensieri e i suoi sentimenti tra le liriche.

Lo stile musicale subisce diverse influenze, passando dall’urban al cloud rap, dal r’n’b al conscious, in un vortice di emozioni e melodie che accompagnano la voce dell’artista. Al tempo stesso i testi risultano originali e profondi, tracciando l’identikit perfetto di un ragazzo tormentato dai suoi demoni interiori, pieno di dubbi e sentimenti contrastanti.

Le riflessioni continue, ottimamente condite con flow originali ed una tecnica apprezzabile, rendono “Malinconia estiva” un piccolo gioiello. Forse le tematiche non saranno estremamente originali rispetto ad altri progetti simili, ma a prevalere è senza dubbio il connubio perfetto fra testi e sonorità, in un matrimonio melodioso e profondo di riflessioni ed emozioni.

Senza dubbio un progetto gradito, che rilancia ancora di più la qualità di questo artista facendo ottimamente sperare per il suo futuro musicale: se verrà confermata l’esponenziale crescita di questi ultimi mesi il percorso di Gray potrà risultare importante.

Traccia preferita: “Demoni”

TESTI
3.7/5
MUSICA
3.5/5
ORIGINALITA'
3.2/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.