info@primoascolto.it

JACK THE SMOKER – HO FATTO TARDI [RECENSIONE]

Il ventennale della carriera di Jack The Smoker è stato coronato dalla pubblicazione di “Ho fatto tardi”, il quinto album del rapper milanese affiliato da quasi otto anni alla Machete Crew.
Un ottimo prodotto, ricco di continui cambi di flow e punchline decisamente efficaci: Giacomo decanta la sua esperienza nel settore a più riprese e critica senza mezzi termini gli stereotipi della società moderna, comprendendo tra questi le nuove leve della scena nostrana; c’e spazio anche per brani più riflessivi, nostalgici o sentimentalmente coinvolti (“Una come te”), caratterizzati da basi più rap e meno contaminate rispetto al resto del progetto, in cui si evidenza una spiccata attitudine trap.
Non ci sono pezzi radiofonici, e questo rafforza lo spirito poco mainstream che ha sempre avuto Jack The Smoker: il rapper non cerca di guadagnare consensi tramite il ritornello, e questo gioca a favore della qualità delle liriche, mai banali.
Meritevoli di menzione anche le collaborazioni del progetto: spiccano la doppia performance di Dani Faiv e le barre di Lazza e MadMan, ma è di Jack La Furia la strofa più street ed incisiva.
“Ho fatto tardi” è un buon connubio tra il rap più classico e le ibridazioni attuali, in cui Jack The Smoker dimostra, a chi ne avesse bisogno, di non aver smarrito quelle capacità che lo contraddistinguono fin dai primi anni del 2000.

TRACCIA PREFERITA: FISCHI 

GIUDIZIO FINALE
7.5/10

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *