info@primoascolto.it

Jake La Furia – Ferro del mestiere [RECENSIONE]

La carriera solista di Jake La Furia non partì col piede giusto. L’ex Dogo rilasci infatti due album mediocri che misero in crisi il suo percorso, costringendolo ad allontanarsi dalla musica che gli aveva dato un nome. Poi, nel 2020, la sorpresa con “17”, dove grazie a Emis Killa il Re di Milano ritrovò la sua solita sfacciataggine, tornando a fare emozionare come in passato. Visto il fortunato successo, Jake decide di tentare nuovamente con un nuovo progetto in proprio e lo fa con “Ferro del Mestiere”, conscio di non poter più sbagliare.

“20 Primavere” apre il disco ottimamente, con un beat cupo, dalle sonorità attuali, e un testo diretto nel quale il rapper dà la sua definizione dell’essere real – stuzzicando l’attenzione degli ascoltatori menzionando la sua assenza nel 64 Bars di Redbull. Ne “I soldi e la droga” viene presentato il primo ospite, Lazza, che nella sua strofa riprende alcune barre storiche di Jake e si unisce al padrone di casa in maniera impeccabile. In “Indiani e cowboy” Jake cita una rima di Gué contenuta in “Sangue, Strass, Paillettes”, alimentando ulteriormente le speculazioni su un ritorno dei Club Dogo.

“Yeah” con Emis Killa è un brano ricco di punchline con un beat classico che apre la strada a “Caramelle da uno sconosciuto”, prodotta da Dj Shocca, e “La cosa giusta” con l’inaspettato feat di Inoki. “Senza niente da dire” con Ana Mena è un’altra piacevole sorpresa: visto il nome del guest e i tentativi reggaeton dell’autore principale, la hit estiva sembrava fosse dietro l’angolo, invece i due hanno realizzato una traccia amara con un ottimo ritornello.

“Ferro del mestiere” è il disco che i fan aspettavano dal 2013: l’amore per la strada, il flow scorrevole e le rime scorrette sono un vero toccasana. L’artista è riuscito in un attimo a far scordare i suoi insuccessi, unendosi ad artisti come Noyz Narcos e Inoki capaci di reinventarsi ad un’età insospettabile.

TRACCIA PREFERITA: La cosa giusta

TESTI
4.2/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
3.7/5

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *