info@primoascolto.it

JUNIOR CALLY – RICERCATO [RECENSIONE]

Junior Cally, fino alla scorsa settimana, era forse il personaggio ignoto più seguito in Italia: la celebre maschera antigas è diventata una sorta di cult per gli amanti dell’artista, che per il lancio del secondo album in studio ha deciso di smascherarsi e mettersi, in tutti i sensi, a nudo.

Sì, perchè rispetto all’album d’esordio “Ci entro dentro” uscito meno di un anno fa e soprattutto ai brani antecedenti, Junior Cally mostra più introspezione e maturità: nulla di esagerato, intendiamoci, ma le sfumature colte durante l’ascolto ci hanno permesso di rivalutare maggiormente un’artista che fino ad oggi non ci faceva impazzire.

“Ricercato”, questo il nome del nuovo album, si apre con il singolo che ha anticipato l’uscita dell’intero progetto: in “Tutti con me”, l’artista mantiene il suo tipico stile sfacciato, manifestando orgoglio per il suo percorso artistico;  in “Sigarette”, invece, viene raccontato un rapporto nocivo, controverso, con un testo profondo e sentito. 

“Disco Kamikaze”, insieme all’amico Highsnob, ha come obbiettivo l’esaltazione dello stile e delle caratteristiche di entrambi, riuscendo a nostro parere per metà: è un brano che stona leggermente nel contesto inserito (per intenderci, sarebbe stato più azzeccata la presenza nell’album precedente), ma che può rivelarsi un punto di forza durante il live; “Mezzanotte” con Livio Cori è un bel pezzo, basato su un’attrazione furtiva ma che si può poggiare solo sul sesso, a causa delle divergenze caratteriali ed alla mancanza d’interesse da parte dell’autore di mettere le radici ad una storia seria. 

In “Cristiano” featuring Il Tre l’ascesa nel rap game viene paragonata alla rapidità ed efficacia del calciatore della Juventus, e descritta con parallelismi azzardati ma comunque simpatici;  “Lo zio” è un brano che narra l’importanza data da JC al protagonista del titolo: non sappiamo se intende veramente lo zio come parente, fatto sta che vuole dare l’immagine di una persona che ha la capacità di risolvere problemi di diverso genere, grazie alla sua “fama” ed esperienza. 

Sia in “Habla” con Samuray Jay e Jake la Furia che nel brano “In piazza” feat. Giaime ci viene proposta un originale latin-trap, audace nei contenuti in entrambi i pezzi; e la trap rimane d’attualità nella sucessiva “5k”, con la collaborazione di Clementino ed il ritornello affidato a Federica Napoli: qui viene esaltata la facilità di guadagno ottenuta grazie al rap.
“Purgatorio” con Eddy Veerus pone invece dei dubbi esistenziali: gli artisti si chiedono, dato i loro “peccati” e lo sregolato stile di vita, dove finiranno dopo la morte.

L’album volge al termine, ma lo fa aumentando decisamente l’introspezione e mostrandoci la sensibilità più sincera del rapper romano: se nella toccante “Ferite” viene dedicato il testo ad un amico scomparso, con l’ultima traccia “Nessuno con me” Junior Cally parla della maschera come un modo per nascondere le insicurezze, trattando anche il tema della solitudine che spesso ha dovuto subire nella quotidianità.

Come già anticipato in precedenza, ci sono dei decisi passi in avanti rispetto al passato in questo “Ricercato”: in meno di un anno Junior Cally ha saputo redigere un buon progetto, che mette in luce le sue ottime capacità di scrittura oltre che un flow caparbio. 

 

TRACCIA PREFERITA:  MEZZANOTTE (FEAT. LIVIO CORI)

GIUDIZIO FINALE
7/10
Please follow and like us:
error

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *