info@primoascolto.it

Kiele – Quiete [RECENSIONE]


“Quiete” è il titolo dell’ extended play a cui il cantautore emergente Kiele ha deciso di affidarsi per il suo debutto: solo tre brani, plasmati con il supporto della label Hordana Recordz e disponibili dallo scorso 22 gennaio sulle principali piattaforme streaming.
“Caffè”, brano d’apertura nonché singolo del progetto, ci trasporta con delicatezza nell’immaginario dell’autore, che contrappone ad un arrangiamento molto essenziale liriche piuttosto fumose, a tratti astratte, ma che nascondono un bisogno di condivisione; segue “Lei”, melodicamente più corposa, che celebra l’evocazione generata dalla protagonista del pezzo.
Chiude l’ EP “Il coro delle voci fragili”, la traccia più introspettiva tra le opere di Kiele: emerge infatti nel testo l’introversa personalità dell’artista, che si affida all’amore per minare le proprie insicurezze.
Esordio interessante: sarà indubbiamente necessario, nelle future release, inserire delle variabili che possano irrobustire l’operato di Kiele, il quale si dimostra comunque un prospetto dalle peculiarità inconusuete ma affascinanti.

TRACCIA PREFERITA: Il coro delle voci fragili

TESTI
3.5/5
MUSICA
3/5
ORIGINALITA'
3/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.