info@primoascolto.it

Lazza – Sirio [RECENSIONE]

Lazza, nome d’arte di Jacopo Lazzarini, porta finalmente il suo ultimo progetto discografico sulla scena: “SIRIO” è infatti sbarcato in tutti gli store il 7 aprile, conquistando subito le classifiche di ascolto delle piattaforme di streaming.

Oltre all’hype che si era creato intorno al disco già nei mesi precedenti, con la rivelazione dei featuring ed i singoli che hanno anticipato il progetto l’attenzione sul lavoro é salita vertiginosamente. Le diciassette tracce sono molto varie fra loro, con pezzi versatili e godibili in contesti diversi: dalla ballad elettropop “PANICO” con Takagi & Ketra, ai brani dallo sfondo romantico come “CINEMA”, le cui sonorità rimandano al reggaeton, o il singolo precedentemente uscito “MOLOTOV”.
Presenti ed immancabili le digressioni Trap più pure, senza disdegnare influenze Drill: esempio lampante “PIOVE” feat. Sfera Ebbasta o “JEFE”; convince anche l’atmosfera latinoamericana di “PUTO”, featuring French Montana.

In ogni traccia la costante è la qualità di Lazza nel saper comporre testi originali ed incastri incredibili, sfruttando flow e beat unici, magistralmente amalgamati fra loro.

La poesia di cui è capace la penna di Lazza è così potente, in certi passaggi, da far affiorare le lacrime agli occhi per l’emozione scaturita. La grinta, l’orgoglio e la determinazione dimostrate dal rapper negli anni vengono qui messe in mostra come caratteristiche fondamentali della figura artistica di Jacopo.

“SIRIO” è un album capace di stupire, divertire e appassionare, accompagnando i propri ascoltatori in ogni mood e situazione differente, garantendo un cocktail musicale ben studiato e lodevolmente realizzato.

TRACCIA PREFERITA: “PIOVE” feat. Sfera Ebbasta

TESTI
4/5
MUSICA
3.7/5
ORIGINALITA'
3.7/5

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.