info@primoascolto.it

L’ELFO – VANGELO II LUKA [RECENSIONE]

Nonostante recensiamo, davvero, di tutto, l’esordio di un’artista per una major è sempre soggetto di particolari attenzioni e curiosità: avrà snaturato il suo stile? Si sarà dato una calmata con l’aggressività dei testi? 
Nel caso del rapper catanese L’Elfo, uscito qualche giorno fa con “Vangelo II Luka”, segnaliamo solo migliorìe: l’artista pare infatti progredito tecnicamente, grazie ad un flow più fluido supportato da liriche fortemente conscious. 
Se i rapper di oggi amano ostentare ricchezza e successo, beh, Luca preferisce sbandierare con fierezza le proprie radici, non lesinando l’utilizzo del dialetto per raccontare il passato e le relative vicissitudini: si percepiscono le sofferenze vissute e la grande voglia di rivalsa, di cui “Vangelo II Luka” rischia di diventarne il simbolo. 
La voce de L’Elfo è calda, profonda ma effettivamente poco emotiva: spazio dunque all’intimità dei testi, che riescono a tratti ad emozionare ed a rendere più limpide le sensazioni del rapper, da sempre un cultore delle liriche; non manca inoltre qualche brano più ironico e sarcastico, come la critica “Boogie Woogie”.
Tra le collaborazioni spicca la performance di Nerone, oltre che quella delle due voci femminili (Ludovica Caniglia e Niah Steiner) che ben frazionano l’egemonia intrinseca dell’album portandolo su tematiche sentimentali. 
Nonostante qualche riferimento trap, r’n’b, o qualche sperimentazione meno incisiva (“James” e “Alissa”) si può considerare “Vangelo II Luka” un gran bell’album rap, sentito e sincero. 

TRACCIA PREFERITA: DICEMBRE

TESTI
3.7/5
MUSICA
3.5/5
ORIGINALITA'
3.7/5

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *