info@primoascolto.it

Lorenz Frame – Nuove illusioni [RECENSIONE]

S’intitola “Nuove illusioni” la quinta release discografica dei milanesi Lorenz Frame, ad un anno esatto di distanza dal debutto assoluto con il brano “Vivere così”.
Con il nuovo singolo il giovane quintetto va a rinnovare il sodalizio artistico con il producer Yazee, anima degli ultimi progetti, che anche in questo caso riesce a far coesistere sonorità urban con una forte proclività funky, tanto originale quanto incalzante.
Le liriche del brano trattano di incomprensioni relative ad un rapporto conflittuale, ma con la leggerezza tipica che contraddistingue lo stile dei Lorenz Frame, mai autocommiserevoli: le “Nuove illusioni” sono riferite quindi a quei legami sentimentali apparentemente indissolubili, ma che a lungo andare si rivelano fragili e contrastanti.
Divergenze di vedute, spesso sancite da peculiarità caratteriali che faticano a coesistere e che mal sopportano gli atteggiamenti altrui: la mancanza di affinità fa lentamente deteriorare ogni rapporto, che si guasta e s’inasprisce ad ogni minimo screzio.
“Questo amore è una camera a gas”, cantava tre decadi fa Gianna Nannini in “Fotoromanza”, ed è un pò quello che i Lorenz Frame vogliono trasmettere con “Nuove illusioni”, ovviamente utilizzando un approccio prettamente moderno che alza in maniera considerevole l’hype sul loro primo progetto discografico, previsto per il prossimo autunno.
Ennesima prova convincente, che convalida la minuziosità di cui la band si avvale in ogni nuovo progetto: il risultato è un lavoro mai prevedibile, e tanto meno banale.

TESTI
3.2/5
MUSICA
3.7/5
ORIGINALITA'
3.7/5

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *