info@primoascolto.it

Lotus – Aspetto solo un luogo [RECENSIONE]


Disponibile dallo scorso venerdì, “Aspetto solo un luogo” è il nuovo singolo della cantautrice friulana Giulia Marcuzzi (in arte Lotus), che arriva a circa due mesi di distanza dal debutto assoluto con il brano “Mente”.
Un pezzo dalle sonorità urban pop curate ed incalzanti, contraddistinto da un mood più leggero se confrontato con il singolo d’esordio: le riflessioni di Lotus sono in questo caso meno intense, ma comunque colme di significati intrinsechi.
L’artista canta la sua esperienza all’estero, il suo bisogno di esplorare e al contempo di mettere radici. Il testo racconta l’integrazione, i nuovi inizi e la ricerca di un luogo e della sua identità più profonda. Tuttavia non è ancora tempo di fermarsi (“io continuo a camminare”), bensì è il momento di costruire un nuovo percorso che completi la sua essenza.
Piace il suo essere autobiografica e spontanea, con l’innata capacità di farci guardare dentro la sua anima caleidoscopica: Lotus fonde i suoi mondi con l’ambizione di chi è da parecchio tempo nel mondo della musica, un pò per vocazione e un pò per brama.
“Aspetto solo un luogo” mette in mostra l’accezione più intima di Giulia, delineando il profilo di un’artista che, puntellando il proprio stile con personalità, non avrà troppi problemi nell’ottenere buoni risultati nell’attuale mercato discografico.

TESTI
3.7/5
MUSICA
3.5/5
ORIGINALITA'
3.5/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.