info@primoascolto.it

Luigi Strangis: Voglio la gonna | Recensione | Primo Ascolto

Luigi Strangis, giovane cantautore e polistrumentista classe 2001 reso celebre dalla vittoria dell’ultima edizione di “Amici”, ha debuttato con il suo primo album ufficiale: dopo il rilascio dell’EP omonimo e l’uscita dei singoli in anteprima “Stai bene su tutto” e “Tienimi stanotte”, l’artista ha finalmente proposto ai suoi fans la sua ultima fatica musicale, “Voglio la gonna“.

Dieci brani energici e splendidamente anarchici, nel loro desiderio di individualismo e libertà pura: le sonorità glam e rock costruiscono un ottimo contorno ai testi che urlano, attraverso la voce potente e graffiante del cantante, tutto il desiderio di fare quello che si vuole, lontano da etichette e preconcetti di qualunque genere. La base stessa del titolo e la copertina del disco esprimono un desiderio di ribellione nei confronti di stereotipi e idee che Luigi ha sempre dimostrato di non apprezzare, preferendo navigare controcorrente.

Il personaggio artistico di Luigi strizza l’occhio all’iconografia dell’artista punk, archetipo di cui Strangis tenta di vestirne i panni. Il suo desiderio di distinguersi e soprattutto la diversificazione che in automatico hanno sempre associato a alla sua persona sono perfettamente raccontati nel brano “Strano”, mentre liriche dai toni più romantici e riflessivi (come ad esempio “Non cambia mai” o “Niente a parte te”) hanno saputo raccontare il lato più intimo dell’artista, che si confronta con i grandi sentimenti come l’amore.

Il messaggio di libertà e indipendenza, di intraprendenza e coraggio nell’inseguire caparbiamente la propria strada, rendono “Voglio la gonna” un ottimo prodotto che conferma le doti artistiche di Strangis, mostrate sia ad Amici che con le sue prime release: siamo molto curiosi di conoscere l’evoluzione artistica di questo artista e il mood che sceglierà di apportare ai suoi prossimi progetti.

TRACCIA PREFERITA: “Strano”

TESTI
4/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
4/5

Tags: , ,

Una risposta.

  1. Carmela ha detto:

    Tutte bellissime,la mia preferita Tracce di te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *