info@primoascolto.it

MARCO GIUDICI – STUPIDE COSE DI ENORME IMPORTANZA [RECENSIONE]

Le aspettative sul primo progetto da solista di Marco Giudici erano, per noi di Primo Ascolto, sopra la media: non si tratta infatti del debutto di un esordiente qualsiasi, bensì di un artista con alle spalle diverse e variegate esperienze, sia come componente di band che come producer di progetti piuttosto affermati.
In “Stupide cose di enorme importanza” Giudici scoperchia la propria anima e ci rende partecipi delle sensazioni accumulate nel corso della vita, poggiandosi su un mood malinconico che sarà filo conduttore dell’intero lavoro: il 29enne artista milanese si diletta su molteplici sonorità, dal jazz al blues agli assoli di pianoforte, che lasciano volentieri spazio al cantautorato ed all’indie pop con un occhio di riguardo anche alla sperimentazione più pura.
La delicatezza e sensibilità di Marco Giudici emerge traccia dopo traccia, anche se la pacatezza unita alla carica introspettiva del progetto a tratti rischia di risultare esageratamente sazievole: “Stupide cose di enorme importanza” è un album per palati fini, forse troppo, ma che riesce ad emozionare l’ascoltatore più fragile.

TRACCIA PREFERITA: NEI GIORNI COSÌ 

GIUDIZIO FINALE
6.5/10

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *