info@primoascolto.it

Nicola Gullo – Le tue mani tra le mie | Recensione | Primo Ascolto

Il 2024 del cantautore calabrese Nicola Gullo comincia con il nuovo singolo “Le tue mani tra le mie”, disponibile da quest’oggi sulle principali piattaforme streaming a quasi un anno di distanza dalla release del precedente brano, “Le conseguenze dell’amore”, che ha visto la luce la scorsa primavera.

Come successe per quel pezzo, anche in questo caso Gullo si affida all’esternazione dei propri sentimenti e ad un approccio pop cantautorale, a tratti malinconico: né il trascorrere del tempo né tantomeno la notte riescono a trasmettere la giusta serenità all’autore, che si affida nel ritornello a dei quesiti esistenziali in lingua inglese trasudanti di nostalgia.

Nell’ultima strofa, la più significativa, Nicola pare acquisire consapevolezza ed anche una sorta di rassegnazione, che evidenziano come l’autore stia assimilando con maturità quei problemi sentimentali che stanno trovando sfogo nelle liriche più recenti. Anche perché, in questi casi, il rischio è quello di chiudersi o colpevolizzarsi: per affrontare le proprie delusioni Gullo invece si affida alla musica, insostituibile compagna di vita.

Sono infatti diverse le situazioni che possono portare a non credere più nell’amore e a chiudersi in convinzioni negative: con “Le tue mani tra le mie” l’autore agisce come fa l’ostrica con la sabbia: si prende del tempo per elaborare la delusione affinché diventi perla, nello specifico, di saggezza.

Lo scandire del pianoforte accompagna le sue emozioni, tanto ponderate quanto intense, ma abbraccia al tempo stesso tutte le prese di posizione di Nicola Gullo: un cantautore tanto maturo quanto fragile, capace di trasmettere la propria urgenza espressiva con immediatezza comunicativa e soprattutto spontaneità.

 

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *