info@primoascolto.it

Night Skinny: Botox Recensione | Primo Ascolto


Partiamo dal presupposto che la realizzazione di un producer album sia molto più difficile rispetto a quella di un album tradizionale. Il compito di un produttore è quello di guidare l’artista a prendere le migliori decisioni, sia per quanto riguarda i suoni che gli ospiti, diventando la figura cardine nello sviluppo di un disco. E se il producer aiuta il rapper ad esprimere la propria visione, chi aiuta il producer ad esternare la sua? Beh, semplice: nessuno.

Night Skinny non è certo l’ultimo arrivato, ma nonostante ciò con “Botox” non è riuscito a centrare il bersaglio. Ormai sembra che se non si crei dell’hype attorno ad un progetto questo venga ignorato, e Skinny ha utilizzato molto i social per far sapere a tutti della presenza di ben quaranta rapper all’interno del suo album. Il vero problema sta proprio qui: mettere assieme un numero così elevato di artisti – spesso anche molto diversi tra loro – richiede uno sforzo non indifferente, e trovare tipologie di beat comuni ad ognuno di loro è ancora più difficile.

Inoltre, soltanto poche tracce hanno un numero di partecipanti gestibile (“Fake”, “Non Aprite”, “Doppio Hublot” e “Scale”), il resto risulta forzato, solo per generare clamore per i nomi degli artisti coinvolti. Ma anche i brani sulla carta più semplici da realizzare non riescono a brillare come dovrebbero, per colpa di strofe non all’altezza, beat poco ispirati o decisamente troppo lontani dall’attitudine dei partecipanti.

È vero, siamo in Italia, non dovremmo guardare troppo cosa viene fatto all’estero, ma Night Skinny è sicuramente attento a ciò che succede negli altri Paesi, soprattutto negli Stati Uniti, e dovrebbe sapere che Dj Khaled, pioniere di dischi colmi di ospiti, viene aspramente criticato ad ogni singola uscita e i suoi album finiscono nel dimenticatoio dopo pochissime settimane. Vedere un peso massimo come Skinny replicare la struttura di lavori scadenti dal punto di vista qualitativo, lascia l’ascoltatore amareggiato e deluso: sicuramente da nomi di così alto spessore ci saremmo aspettati qualcosa di più.

TRACCIA PREFERITA: Prodotto

 

TESTI
3.2/5
MUSICA
3/5
ORIGINALITA'
2.7/5

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.