info@primoascolto.it

Nyko Ascia – Schiavi di noi stessi [RECENSIONE]

A ben otto anni di distanza dal proprio debutto discografico il rapper alessandrino Nyko Ascia ha pubblicato lo scorso 15 aprile il suo secondo disco, intitolato “Schiavi di noi stessi”.
Il progetto si apre con “Come aria”, traccia in cui l’artista descrive l’amore per musica, paragonata ad una vera e propria boccata d’ossigeno; in “Evadere” Nyko affronta lo status di prigioniero, di qualcosa che può essere il sistema oppure di una situazione piuttosto scomoda; “Una vita con te”, feat Luna Denaro, è invece la canzone più emotiva dell’album: l’artista si confida con il suo pubblico, raccontando di una storia finita e di tutte le emozioni che si vivono durante una separazione; non mancano le citazioni a grandi personaggi che hanno segnato la storia, come Muhammad Ali in “come un’ape e una farfalla, dove il rapper ripercorre i suoi passi nel mondo della musica e denuncia un’arte fatta a doc esclusivamente per interesse.
A livello produttivo “Schiavi di noi stessi” si dimostra un progetto molto interessante: merito del beatmaker Dualed, che propone sonorità dall’animo old school con qualche digressione trap, o black music; non mancano anche i pezzi più da club, come “Surplus freestyle”.
In conclusione, il secondo album di Nyko Ascia ha buoni spunti, ma presenta anche qualche punto debole: non convince pienamente l’approccio interpretativo del rapper, così come la metrica, spesso troppo anarchica.

TRACCIA PREFERITA: Una vita con te

TESTI
2.5/5
MUSICA
3.2/5
ORIGINALITA'
2.5/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.