info@primoascolto.it

Oro Bianco: Parola | Recensione | Primo Ascolto


Oro Bianco è un rapper classe 1997 proveniente da Milano. La sua carriera comincia nel 2017, quando venne notato da nientemeno che Guè e spronato dallo stesso per fare del rap un lavoro in piena regola. Da lì a poco pubblica “Pony Express”, firma un contratto con la Indomabili Milano e comincia a rilasciare sempre più musica.

Tra singoli, mixtape, la collaborazione con Gezin – producer della 808 Mafia – nel 2019 pubblica “Capotavola”, il suo primo album. Il disco si differenzia soprattutto per i testi, profondi ma soprattutto veri. Questa peculiarità distingue l’artista dai tanti colleghi che cercano di darsi un tono, e sia “No laBEL” del 2020 che “Parola” proseguono sulla stessa strada.

Il nuovo disco di Oro Bianco è un racconto della vita di quartiere: nel ritornello della title track emergono le differenze tra chi vive in centro e chi in periferia; l’intro del beat di “Chanel & Malavita” ricorda “21 Questions” di 50 Cent, nelle strofe però il rapper racconta di una ragazza attratta da brand di lusso e dai cattivi ragazzi – così come in “Cenerentola”; “Pusher’n Bad B”, invece, è la traccia più cinematografica di tutto il disco, con immagini da film e rime ben costruite per tenere l’atmosfera movimentata.

“Anima nera” si apre col suono di un sassofono che conferisce al brano un tono introspettivo, e infatti nelle strofe il rapper riflette sulla direzione presa nella vita. Il ritornello neomelodico di Benny Fiore accresce il senso di malinconia, e crea uno spaccato tra le due strofe: una realista e l’altra sognatrice.

“Parola” è un disco senza fronzoli: non ci sono produzioni che osano troppo o rime esagerate; i racconti sono autentici, i beat si adattano allo stile del rapper e non si avverte la necessità di dover copiare brani – o artisti – più famosi. Forse non avere il classico personaggio può nuocere alla lunga ad Oro Bianco, ma la sua onestà lo lega maggiormente al pubblico, capace di riconoscere la veridicità della persona.

 

TRACCIA PREFERITA: “Chanel & Malavita”

TESTI
3.2/5
MUSICA
3.2/5
ORIGINALITA'
3.2/5

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *