info@primoascolto.it

Pinguini Tattici Nucleari – Ahia! [RECENSIONE]

Il 2020, nel bene e nel male, rimarrà lungamente impresso nella memoria dei Pinguini Tattici Nucleari per l’altalena d’emozioni in cui si sono trovati coinvolti: dal podio al Festival di Sanremo ai concerti rinviati al Forum d’Assago causa Covid, pandemia che ha messo in ginocchio la loro città d’origine; dal disco di platino raggiunto da “Fuori dall’hype”, loro ultimo album, certificato lo scorso maggio, fino all’uscita del singolo “La storia infinita”, che ha anticipato la release del loro nuovissimo progetto, “Ahia!”, pubblicato lo scorso venerdì.
Pur non sconvolgendo il loro sound e la loro attitudine, i Pinguini Tattici Nucleari hanno fatto nuovamente centro: il sarcasmo nostalgico di  Zanotti & soci continua infatti a funzionare, e brani come la titletrack, “Scrivile scemo” ma soprattutto la splendida “Pastello bianco” possono seriamente candidarsi a divenire degli inni generazionali, o perlomeno dei nuovi cavalli di battaglia della band; ed è nella cura dei dettagli lirici che i Pinguini Tattici Nucleari riescono a far breccia nell’ascoltatore e a farlo immedesimare, come quando il nome di lei diventa la password del vostro wi-fi, o come quando vi ritrovate a degustare un McFlurry alle tre del mattino.
Il fan di vecchia data criticherà il troppo amore, o la proclività marcatamente urban di tutto il progetto: a noi “Ahia!” ha fatto divertire ed emozionare, che poi è l’obbiettivo di fondo di tutto ciò che i Pinguini Tattici Nucleari concepiscono.

TRACCIA PREFERITA: PASTELLO BIANCO

TESTI
3.7/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
3.5/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *