info@primoascolto.it

Psicologi – Sui muri [RECENSIONE]

Gli Psicologi tornano sulla scena musicale con il singolo “Sui muri”, disponibile dallo scorso venerdì. Il duo formato da Drast e Lil Kaneki, rispettivamente Marco De Cesaris e Alessio Aresu, propone al suo pubblico un brano molto profondo e sentito, dove la malinconia e la sofferenza per un amore passato la fanno da padrone. Il protagonista del brano si sfoga in un lungo monologo, in cui esprime tutto il proprio sentimento nei confronti della ragazza coprotagonista. Dopo che la loro storia si è conclusa, nonostante il sentimento non si sia ancora spento e le emozioni non ancora affievolite, l’autore si trova a porsi domande sul senso degli eventi, sulla realtà e sulla nostra società, alternando a queste riflessioni il ricordo della ragazza e delle sensazioni provate costantemente nel pensare a lei. I muri a cui si riferisce il titolo sono quelli sopra ai quali il cantante ha letto e scritto molte frasi d’amore, che oggi rivede di nuovo ma con il suo nome cancellato, segno indelebile della conclusione della loro storia romantica.
Dal testo traspare alla perfezione tutta la sofferenza che il duo voleva condensare all’interno di questo brano, offrendo al proprio pubblico un’ennesima prova decisamente meritevole di plauso, grazie a sonorità struggenti perfettamente sposate alla voce potente e incisiva che racconta le vicende, facendo percepire all’ascoltatore tutto il dolore che si prova nel realizzare che una storia d’amore, in cui noi crediamo ancora, sia definitivamente conclusa.
Gli Psicologi ci hanno piacevolmente stupiti con un brano potente e profondo, dove si denota uno sviluppo e una crescita artistica che sapranno sicuramente condurre il duo a nuovi progetti sempre più di successo e coronando tutte queste novità con il tour nell’estate del 2022 recentemente annunciato.

 

TESTI
4/5
MUSICA
4/5
ORIGINALITA'
4/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.