info@primoascolto.it

RANDOM – MONTAGNE RUSSE [RECENSIONE]

Il battesimo discografico di Emanuele Caso alias Random tra i big della musica italiana s’intiola “Montagne russe”, ed ha visto la luce lo scorso venerdì: otto brani su cui scommette fortissimo Visory Records, grazie anche al clamoroso successo a livello di streaming dell’artista cresciuto a Riccione.

E proprio alla luce dei risultati raggiunti che i nostri dubbi sulla riuscita di “Montagne Russe” rasentano il nulla: Emanuele ha capito in fretta quali sono le tematiche che fanno breccia nell’emotività nostrana e quali sonorità abbinarci, e con l’ulteriore ausilio di ospiti di rilievo e produzioni (ora più che mai) curatissime le possibilità di sbagliare sono davvero poche. 

Il brano d’apertura, “Frasi fatte”, è un pezzo urban rap che sciorina riflessioni sentimentali: un tema che sarà il fil rouge dell’intero progetto, anche se con marcate sfumature, come si evince fin dalla malinconica “Chiasso”, capace di totalizzare quasi 70 milioni di streaming solamente su Spotify.

“Soli al mondo” con Ernia racconta di controversie sentimentali, mentre “Scusa a a a” è un brano dal sapore più estivo, complice le sonorità reggaeton da cui è composto: qui Random chiede venìa per gli errori commessi ed i comportamenti errati, sempre in ambito affettivo. 

L’introspezione emotiva di “Police” con Emis Killa è uno dei brani più azzeccati del progetto, complice l’ottimo livello lirico e di flow di entrambi; con “Rossetto”, altro singolo di successo, Emanuele torna invece ad affrontare tematiche nostalgiche e intime, con un ritmo a metà tra il pop e l’r’n’b. 

la collaborazione con Carl Brave è stata quella scelta per anticipare l’uscita del progetto: “Marionette” tratta di avversità passionali, mentre con “Sono un bravo ragazzo un pò fuori di testa”,ultima traccia di “Montagne Russe”, Random decide di affidarsi ad un testo più spensierato.

In definitiva, come anticipato, Random non ha tradito le attese di chi si aspettava grandi cose: il giovanissimo artista piace sia nello stile che nei testi, con la sola aggravante di risultare piuttosto monotematico e quindi legato ad un copione che ora funziona, ma in futuro chissà. 

 

TRACCIA PREFERITA: POLICE (FEAT. EMIS KILLA)

GIUDIZIO FINALE
7.5/10

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *