info@primoascolto.it

Ribaltavapori – Est-Nord-Est [RECENSIONE]

Ribaltavapori è un’artista triestino che con la sua musica vuole portarci a vedere il mare, ed “Est-Nord-Est” è il titolo del suo primo extended play.
Questo progetto, dai ritmi squisitamente pop, è la parentesi di leggerezza perfetta per le giornate primaverili: al primo approccio si presenta infatti come una ventata di freschezza che entra da una finestra spalancata al sole, grazie a delle melodie che conducono l’ascoltatore alla scoperta di posti, di persone e di immagini provenienti dal suo cuore, come le rondini e i gabbiani del cortile di “Interno 26”, o il ristorante in cui Diego e Silvia si scoprono bevendo Sauvignon.
E’ evidente poi il legame che nutre nei confronti del mare e che si esplica in particolare nei testi, attraverso l’uso di un linguaggio che richiama spesso l’immaginario marittimo; Ribaltavapori è inoltre in grado di porre e porsi domande interessanti, che raramente trovano risposte esaudienti: le liriche infatti rimangono sempre un po’ incomplete e appaiono a tratti frettolose, pur senza sminuire le potenzialità di questo artista.
Il punto di forza di “Est-Nord-Est” sono le strumentali, che si presentano estremamente semplici, genuine ed in grado di trasportare l’ascoltatore in una dimensione in cui regna il buonumore; sono inoltre evidenti le molteplici influenze riversate nel progetto dall’artista, che riesce a spaziare dall’indie rock psichedelico alla Mac De Marco al folk, rimanendo però sempre coerente con la sua natura pop.
Nel complesso il progetto riesce nell’intento di divertire ed intrattenere gli ascoltatori, e può essere considerato un bel punto di partenza per la carriera di questo interessante artista.

TRACCIA PREFERITA: Meduse

TESTI
3/5
MUSICA
3.5/5
ORIGINALITA'
3.2/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *