info@primoascolto.it

Samuele Mazza – Due Isole (feat. Michela Venturini) | Recensione | Primo Ascolto

Samuele Mazza, insieme alla dolcissima voce di Michela Venturini, ci regala “Due Isole“, il terzo dei singoli inediti che comporranno il futuro album dell’artista. Si tratta di una ballad nostalgica con un sound profondamente radiofonico che raggiunge l’apice nel ritornello a due voci, le quali si legano insieme provando a ricostruire la loro storia ormai finita.

 

“Siamo come due isole, siamo distanti e singole ma è vero, veniamo dallo stesso posto”: quando il legame con una persona è così forte che, anche se ormai è andato perduto, non si spezza mai, riconosciamo come simile a noi quell’anima che volenti o nolenti incontreremo sempre nel nostro cammino. 

 

Viene quindi naturale cercarsi, avere voglia di passare anche solo un minuto in sua compagnia: vogliamo avvicinarci, ma siamo stati scottati così tante volte in passato che ora non riusciamo a lasciarci andare, ma complice una serata leggera e, forse, una musica in sottofondo, abbiamo bisogno di perderci dentro quegli occhi che ci fanno volare via come dentro un’astronave.

No, non ci siamo dimenticati di quanto abbiamo sofferto in passato proprio per quegli stessi occhi, ma ne siamo comunque attratti inesorabilmente, e non sappiamo più mentire: siamo irrecuperabili ma lo siamo insieme, siamo due isole che si ritrovano nello stesso mare, condividendo le stesse onde. Ci guardiamo indietro e riusciamo a sorridere di quei periodi bui, perché siamo cresciuti e maturati, e forse ora è il momento di riprovarci, più consapevoli e meno impauriti di un sentimento troppo grande per essere compreso, e allora ci diamo appuntamento a quel pub che ci ha visto cambiare e che ora ci ritrova ancora insieme.

 

“Due Isole” ci lascia un sorriso dolceamaro mentre ripensiamo a quella storia che ci ritorna sempre in mente, e non possiamo fare altro che rimanere in attesa del futuro progetto discografico di Samuele, trepidanti.

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *