info@primoascolto.it

Sensei – Infinito [RECENSIONE]


Sensei, nome d’arte di Alessandro Piludu, è un rapper classe 1995 originario della Sardegna. Il suo esordio avviene nel 2014 con la pubblicazione di “Innovazione Mixtape”, progetto realizzato alla vecchia maniera con strumentali edite in cui il rapper dà prova delle sue abilità al microfono. Fin da subito, infatti, ha mostrato un particolare talento nell’extrabeat, conquistando il pubblico e ottenendo un buon riscontro anche da parte del circuito underground.
“Infinito” arriva dopo tre anni dalla pubblicazione di “Top Flow” e questa lunga gestazione è stata necessaria per la carriera del rapper, riuscito finalmente a creare un suono personale in grado di mescolare sonorità che spaziano dalla trap al raggaeton, senza però scadere nei banali tormentoni estivi. Ciò che accomuna questo lavoro con i precedenti sono le ritmiche lente, così da poter sfruttare appieno le metriche e i flow serrati tipici del suo stile.
In “Fiore di loto” Sensei viene affiancato da Marteena: i due si dividono le strofe e discutono del loro percorso artistico, consci del loro talento e di avere cloni che cercano di imitarli; “Capi del rap”, invece, è un puro esercizio di stile in collaborazione con Clementino: un brano ricco di punchline in cui gli autori dimostrano il loro amore per il rap, nelle cui strofe troviamo spesso dell’ironia che alleggerisce il risultato finale dell’intero progetto, ma questa qualità è anche la sua spada di Damocle, in quanto in alcuni casi si ha l’impressione che l’autore si stia esageratamente ospitando ad artisti più conosciuti. “Sweet skunk”, ad esempio, è un brano leggero e divertente, ma il ritornello e alcuni ad-lib utilizzati ricordano quanto fatto da Sfera Ebbasta; questa pecca si ripresenta anche in “Numeri” e “Parlo con il cielo”, difatti quando l’artista smette di rappare veloce si ha come l’impressione di essere di fronte ad un brano già conosciuto, rovinando quanto di buono fatto in precedenza.

TRACCIA PREFERITA: Capi del rap (feat. Clementino)

 

TESTI
3.7/5
MUSICA
3.5/5
ORIGINALITA'
3.2/5

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.