info@primoascolto.it

Shago – Retrogusto [RECENSIONE]

Roberto Valenza, in arte Shago, è un artista alquanto poliedrico con alle spalle diverse esperienze musicali. Citando le più importanti, ha partecipato al campus di Mtv New Generation tramite una selezione avvenuta in maniera totalmente inasoettata dal team del colosso del music television, tramite web. Shago vanta un’esibizione nello stadio S. Nicola di Bari per “La musica scende in campo” e quella svoltasi durante la “Notte dei Claustri” sul tour bus della RedBull.

A poche settimane dal ritorno sul mercato discografico con “Leale”, sancito dopo un lungo periodo d’inattività, Shago ha rilasciato lo scorso 7 gennaio “Retrogusto”, in cui è palpabile il lo strascico che l’artista vuole esorcizzare: quello di aver conosciuto la sensazione dolceamara che ci provoca l’aver vissuto una storia tanto bella quanto tormentata.

La domanda che l’artista si pone “di chi ci innamoriamo veramente, di una persona o di un’idea?” gira libera dentro la nostra testa, mentre ci rendiamo conto che spesso inconsciamente non vediamo il vero volto di chi amiamo, come se avessimo un velo davanti agli occhi che ci permetta di apprezzarne solamente le qualità. Ed è per questo che, quando invece veniamo bruscamente riportati alla realtà, lo schianto è inevitabile.

L’amore tossico è subdolo, si insinua dentro di noi, facendoci arrivare al culmine della felicità: quando ci risvegliamo ci sembra di essere dentro un incubo, ed il retrogusto che ci lascia è l’amara consapevolezza di aver affidato il nostro cuore a chi vede solo i propri interessi e la propria visione della vita senza cercare un punto di incontro.

Shago continua a mettersi in gioco nel panorama musicale nostrano, allineandosi perfettamente a quello attuale attraverso il sound che l’artista definisce “emotional trap”, formato da batterie trap e strumenti che hanno fatto la storia della musica come gli intramontabili rhode e chitarra elettrica.
Grazie a “Retrogusto” riusciamo a percepire la lotta tra amore e odio dentro l’autore, caparbio nell’incanalare questo turbinio di emozioni nella sua musica: il messaggio ci arriva, forte e chiaro.

TESTI
3.7/5
MUSICA
3.5/5
ORIGINALITA'
3.5/5

Tags: , ,

Una risposta.

  1. Gina ha detto:

    Audace, intenso, giovane, tenace ….
    Giusto gusto musicale ed interpretativo .
    Ottimo sound !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.