info@primoascolto.it

Sick Luke – X2 [RECENSIONE]

Il 2016 è stato l’anno della rivoluzione per il rap in Italia, e tra i fautori di questo cambiamento c’è sicuramente Sick Luke. Grazie ai suoi beat ha dato un’identità ai ragazzi della Dark Polo Gang, tra i primi a cavalcare l’onda della trap e ad attirare a sé un pubblico che fino ad allora non ascoltava il genere. 

Il produttore romano ha curato i dischi di tutti i componenti della DPG, tanto da sembrare che il suo talento dovesse rimanere confinato solo all’interno del collettivo; poi arrivò “Neverland”, il joint album con Mecna, e le cose cambiarono: Sick Luke era uscito dalla propria zona di comfort, finalmente era pronto a confrontarsi con artisti lontani dal suo mondo.

Questa mentalità è la stessa con cui ha realizzato “X2”, coinvolgendo una schiera di artisti molto vasta e spaziando con i generi. Il disco, infatti, non è puramente rap, ma abbraccia tutta la fetta di musica urban che negli ultimi anni sta conquistando il nostro Paese. 

Tracce come “NOTTE SCURA”, “IL GIORNO PIÙ TRISTE DEL MONDO”, “LA STREGA DEL FRUTTETO” e “FALENA” dimostrano come artisti all’apparenza diversi riescano a venirsi incontro grazie ai punti in comune della loro scrittura, e il lavoro svolto da Sick Luke per offrire a ognuno di loro il tappeto sonoro adatto è svolto alla perfezione. 

Brani introspettivi come quelli appena menzionati si scontrano con l’aggressività e la sfrontatezza di “CLOCHARD”, “FACCIO COSE”, “PEZZI DA 20” e “HENTAI”, ma il loro ordine all’interno della tracklist permette di affrontare i cambi di atmosfera senza forzature. 

Sebbene il giovane producer abbia abbinato gli artisti in maniera originale, questi non sempre hanno saputo sfruttare l’occasione. Le strofe di Jake La Furia, tha Supreme, Shiva e Capo Plaza in particolare risultano mediocri, danneggiando il prodotto finale che avrebbe potuto risaltare molto più di così.

Brano preferito: “IL GIORNO PIÙ TRISTE DEL MONDO”

TESTI
3.2/5
MUSICA
4.2/5
ORIGINALITA'
3.5/5

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.