info@primoascolto.it

Sonyk: ‘Il “Karma” entra sempre in gioco quando meno te l’ aspetti’ [INTERVISTA]

Abbiamo intervistato pochi giorni fa il giovane emergente Sonyk, fuori dallo scorso 11 marzo con il brano di debutto “Karma“.
Una chiacchierata in cui è emersa immediatamente la forte determinazione dell’autore, supportato da uno staff di rilievo con il quale è entrato immediatamente in sintonia.

Ciao, benvenuto su Primo Accolto.
“Karma”, il tuo primo singolo, è fuori da ormai un mese: raccontaci un po’ di te, della genesi del brano e di quanto sei soddisfatto del lavoro svolto.

Salve Primo Ascolto, sono Michele, in arte Sonyk, ho 21 anni e vengo da un paesino chiamato Ottaviano, in provincia di Napoli. Sono un ragazzo molto semplice, amo quel poco che basta per andare avanti sia
musicalmente sia quotidianamente. Ho superato molte fasi critiche della mia vita e l’unica cosa che mi ha salvato è stato scrivere e incidere.
Sin dai primi anni della mia vita ho sempre sognato tutto questo, nel senso raccontare ciò che vivo e incidere tutto in una traccia.
“Karma” nasce in una fase buia della mia vita, dove racconto la storia fra me e una ragazza del mio paese finita male. Voleva che lasciassi la musica per qualcosa di concreto.. e adesso? Ora lei è ritornata, sapendo che avevo un contratto discografico e tanto di canzone. Ho sempre creduto nel Karma perché il Karma siamo noi … Noi siamo gli artefici delle nostre azioni. Infatti voglio ringraziare chi ha lavorato per questo progetto, chi ha realmente creduto in me.
Quando ero in studio stavamo con Leo (il producer che ha curato nei minimi dettagli questo brano) io avevo un ritornello in testa il cui inizio era “baby wake up / mentre ti guardo sistemi il tuo make up“; suonava bene, e decidemmo di scrivere tutto ciò che racconto nel brano basandola sulla mia storia. Sono molto contento di ciò che sto costruendo… grazie Media Lab Studio
16.

Un debutto che ci ha messo di fronte ad un approccio molto urban: sarà la peculiarità principale dei tuoi progetti futuri?

Tendenzialmente ci saranno brani urban nel mio percorso musicale, ma non è detto che farò solo brani di questo genere… Vi lascio così, col dubbio e con l’acquolina in bocca per i prossimi mesi.

Nel brano racconti di una storia giunta al termine con un tono vendicativo e risentito: che cos’è il “Karma” per te?

In questo brano tendo a puntualizzare con semplicità l’effetto che ha il Karma in una relazione… un effetto brutto ed un effetto irreparabile. Giustamente voi direte, cosa c’entra il Karma in una storia? Il Karma entra sempre in gioco quando meno te lo aspetti.
Come dicevo poco fa, lei dopo aver ascoltato questo brano mi ha chiesto di tornare di nuovo insieme, dunque il Karma ha fatto il suo corso.

L’impressione è che tu abbia come modello di riferimento proprio l’urban rap mainstream, tanto in voga in questo periodo: ci sono degli artisti a cui t’ispiri particolarmente?

I miei modelli di ispirazione vanno al di là di cio che faccio, quindi Pink Floyd, Scorpion, Dire Straits ecc…
Quelli che invece mi stanno più a cuore ed ispirano la mia musica sono Guè, Marracash, Villabanks e Lazza.

Poco fa abbiamo parlato dell’attitudine dei tuoi prossimi progetti. A proposito di ciò ti chiedo, in chiusura: cosa dobbiamo aspettarci a livello di tempistiche dal futuro discografico di Sonyk?

Ne vedrete delle belle . Spero di muovermi bene nel mondo della musica … E penso che nei mesi che verranno sentirete parlare di me in giro. Sto dando il massimo e darò sempre il massimo per ciò che faccio , ho aperto questa porta e penso di non chiuderla mai più.

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.