info@primoascolto.it

Svegliaginevra – Le tasche bucate di felicità [RECENSIONE]

Svegliaginevra, giovane cantautrice e nuova scommessa de La Clinica Dischi, con “Le tasche bucate di felicità” racconta, con il suo particolare timbro vocale sospirato ed un sound indie pop, sentimenti e situazioni in modo onesto e trasparente. “siamo(stati)” introduce il tema principale del disco, l’amore, in questo caso perso, che forse con un po’ di coraggio in più non sarebbe sfumato; tema ripreso in “DUE”, che parla di colpe, mentre i problemi di comunicazione sono il fulcro di “San Lorenzo”.
“senza di me.” è il tipico flusso di pensieri che ci colpisce dopo la fine di una relazione, quando si associa un ricordo passato ad ogni angolo della città, mentre “Come fanno le onde” è la descrizione di un amore che continua ad andare avanti, trascinato dalla routine e dalla paura di rimanere soli; “Punto” segna il momento di non ritorno, in cui è stata detta la parola di troppo e non si ha più la voglia di chiarire per risolvere un litigio; è così che s’ iniziano a provare le “Emozioni strane” descritte dall’artista, contrastanti, che ci fanno accorgere di come le persone possono farci sia bene che male.
“La moda di fare cazzate” racconta il momento in cui si incontra nuovamente la persona che ci ha dato ma anche tolto tanto, con l’artista che combatte contro la voglia di riprovarci, mentre “Una serie” racchiude le domande di chi si trova dentro una situazione incerta; “Simone” è il gusto dolce amaro del primo amore, del provare certi sentimenti per la prima volta, mentre “Barche”, brano in cui si legano le voci di svegliaginevra e Ápice, ci culla verso la malinconia della fine dell’estate, con il vento autunnale che ci trasporta nuovamente all’interno della nostra vita quotidiana. Chiude “Elastico”, pezzo che ci riporta ad un amore rovinato, paradossalmente, proprio dalla paura di essere innamorati.
“Le tasche bucate di felicità” è una grande prova di identità per la giovane Svegliaginevra, che si scopre e allo stesso tempo conosce sé stessa: un progetto totalmente in linea con l’odierna scena musicale indie, che non stanca e che può essere tranquillamente messo in loop in qualsiasi occasione.

TRACCIA PREFERITA: Come fanno le onde

TESTI
3.2/5
MUSICA
3.7/5
ORIGINALITA'
3.5/5

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.