info@primoascolto.it

Tamì – Primo ottobre [RECENSIONE]

Elisa Casentini in arte Tamì è una cantautrice, produttrice e DJ classe ’98, che ha esordito lo scorso 2 aprile con un album di 7 tracce, “Primo Ottobre”, edito per UMA Records.
Un progetto che segue l’uscita di brani come “Mani”, “Pessima Mossa” ft Uale e “Metà acustica”, ovviamente presenti all’interno del lavoro e che l’hanno fatta conoscere nel circuito indie nostrano nonostante sia da tempo trapiantata in Inghilterra.
Una voce delicata e fragile, che racconta immagini e sentimenti di amori sfioriti sulle note di un piano che accompagnerà ogni traccia: Tamì ci canta di ciò che ritorna sconosciuto e lontano, come un sentimento che muta nel tempo, con la costante nei testi data dalla domanda: “Chi siamo?”.
Nella narrazione Tamì dimostra maturità, pur raccontando storie di disincanti giovani e veloci, mentre a livello melodico il suono puro viene arricchito da un’elaborazione elettronica, che restituisce l’energia di chi cerca un perché delle scelte fatte.
Un talento che sta sperimentando suoni e musiche piene e gentili, con una voce davvero interessante che merita il proprio spazio nella scena: forse un album fin troppo delicato, che rende Tamì una rosa senza spine, ma anche sicuramente un’artista che possiede gli strumenti per far parlare di sé.

TRACCIA PREFERITA: Non so chi siamo

TESTI
3.5/5
MUSICA
3.5/5
ORIGINALITA'
3.2/5

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.