info@primoascolto.it

Vegas Jones: JONES | Recensione | Primo Ascolto

L’uscita di “JONES” ha diviso i fan di Vegas fin da subito: chi si aspettava un album con gli ospiti in voga, e chi, invece, è contento che il proprio beniamino non si sia adeguato alle mode. In realtà l’attenzione per i trend c’è stata (“500 Bianca” con gli Slings ne è l’esempio), ma il rapper di Cinisello si è interfacciato alle novità in modo cauto, così da produrre un progetto coerente con quelli precedenti e soprattutto con la sua persona.

Il primo singolo estratto, “Il mio dawg”, è il brano che non ti aspetti: nel ritornello, infatti, Vegas interpola la sigla di Dragon Ball, e per calcare ulteriormente l’effetto nostalgia ha chiamato Giorgio Vanni come ospite. Questa idea non è stata accolta troppo calorosamente dagli ascoltatori, che hanno ritenuto non necessario un tributo del genere.

Il vero problema, in realtà, è che il brano non riesce a splendere come dovrebbe, ed è anche il difetto prevalente dell’intero mixtape: brani come “Cry Me A River”, “Fragile” o “Curriculum” sulla carta sono ottimamente realizzati, ma l’esecuzione non lascia trasparire alcuna personalità. Seppur con qualche variazione, Vegas ha riproposto testi, flow, e metriche: c’è poco di nuovo in “JONES”, ed è un peccato perché la realizzazione di un mixtape è il momento perfetto per sperimentare.

“Evoluzione” ha fatto in modo che il tape partisse con il piede giusto, con una produzione eccellente e delle ottime variazioni, ma l’entusiasmo si spegne dopo poco. Quasi tutti i brani possono essere paragonati a vecchi lavori, come fossero reinterpretazioni dei suoi stessi testi, e tutto ciò lascia con l’amaro in bocca.

Vegas è un rapper talentuoso, che ha dimostrato di essere in grado di rappare e di produrre hit senza difficoltà, ma con quest’ultimo lavoro sembra che non sia riuscito ad esprimere totalmente la sua creatività.


Brano preferito: Chianti classico

TESTI
3.2/5
MUSICA
3.2/5
ORIGINALITA'
2.7/5

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *